| | Chiudi

Sun68

SUN68 è l’esito della rivisitazione della tipologia del capannone artigianale. A distinguere il volume è il trattamento dell’involucro. Il prospetto n-e, sul fronte stradale, si presenta privo di aperture; a risaltare è la presenza di un 68 alto quanto l’edificio, simbolo e segno identificativo dell’azienda. Il lato opposto, invece, si compone di una doppia facciata: quella più interna è vetrata, quella esterna è realizzata con pannelli prefabbricati che, disposti sfalsati, offrono trasparenze garantendo un’illuminazione diffusa e controllata nell’edificio. Nei pannelli, anche se i singoli elementi presentano una maggiore lunghezza rispetto allo standard, permane il rapporto tra altezza e profondità delle forature rispetto ad una tessitura di mattoni realizzata in modo tradizionale.
La pianta presenta sul lato n-e gli ampi vani a doppia altezza destinati a deposito; lungo il lato s-o si sviluppa la fascia dei magazzini con spazi di servizio e, alle estremità, i vani scala di accesso al primo piano. Qui, oltre alle postazioni di lavoro che si susseguono in sequenza lungo la parete vetrata a s-o, ulteriori spazi si organizzano attorno a tre grandi corti, che garantiscono illuminazione e ventilazione naturale. La copertura della zona uffici è accessibile e può essere raggiunta da una scala indipendente.

Credits:

Progettisti: C&P Architetti _ Luca Cuzzolin + Elena Pedrina
Collaboratori : Silvia Cibinetto, Sara Orlando, Alice Ferro
Consulenti: Enrico Cosmo, Nadalin Group, Alpha Project
Strutture: Davide Magnolato
Fotografia: Alessandra Chemollo, Stefano Ferrando