| | Chiudi

Sun68 - Stores 2014-2016

Alla realizzazione dei primi negozi, inaugurati tra il 2009 e il 2011,fanno ora seguito l'’apertura di nuovi punti vendita in Italia.

Per i primi negozi si era pensato ad un’immagine architettonica unica, riconoscibile, fortemente aderente alle condizioni dello spazio da trasformare: condizioni lette e messe all’evidenza da un disegno capace non solo di rivelarle, ma anche di risaltarne l’essenziale natura, materica o strutturale. Adesso, invece, la richiesta è di spazi flessibili e potenzialmente mutevoli: l’idea è di realizzare negozi facilmente adattabili ai necessari cambiamenti e quindi installabili in tempi brevi.

L'obiettivo non è di disegnare un rigido “format” ripetibile nelle diverse condizioni, ma di definire una modalità di allestimento fondata su due livelli separati di intervento.

Il primo livello della progettazione riguarda l'involucro esistente dei locali, mentre il secondo definisce gli "elementi di arredo"per il funzionamento del negozio.

L'intervento sull'involucro prevede, se possibile, la “pulizia profonda” delle superfici esistenti, nel tentativo di riportare alla luce muri antichi, pavimenti originali o altri elementi storici (sono questi i casi di Brescia e Verona).

Un'altra strategia ha l’obiettivo di trasformare l'involucro interno in un ambiente neutro e monocromatico che mantiene a vista tutti gli elementi "trovati", come semplici pignatte di solaio rotte, rattoppi casuali di murature o condutture di scarico a vista, come nello Store di Padova.

Quando non vi sono le condizioni per valorizzare elementi pre-esistenti, si procede con la realizzazione di una “scatola-contenitore”completamente nuova, che si sovrappone al pavimento e alle pareti. L'inserimento di questa nuova scatola all'interno degli ambienti esistenti diviene lo sfondo sul quale si appoggiano le strutture espositive e contenitive del negozio (è questo il caso di Bergamo).

Il secondo livello prevede la progettazione degli elementi espositivi: cassa, camerini e altri accessori necessari al funzionamento del negozio - attraverso l'uso di pochi materiali base, quali: il truciolare, il ferro cerato, lo specchio e il plexiglass. Il processo di mescolamento dei diversi materiali permette la costruzione di un’immagine che, pur variando ogni volta, riesce a mantenere una sequenzialità e una coerenza figurativa riconoscibile e personalizzata.

Il recupero dell'involucro dona allo spazio un carattere di stabilità e durevolezza, mentre gli elementi più leggeri e temporanei dei mobili esaltano il prodotto, contribuendo alla valorizzazione del carattere architettonico degli spazi.

Sun 68 Bologna

Sun 68 Riccione

Sun 68 Piacenza

Sun 68 Udine

Sun 68 Mantova

Sun 68 Cuneo

Sun 68 Modena

Sun68 Bergamo


Sun68 Verona


Sun68 Padova

Sun68 Forte dei Marmi

Sun68 Brescia

Credits:

Progettisti: C&P Architetti _ Luca Cuzzolin + Elena Pedrina
Collaboratori: Valentina Cendron
Realizzazione: G&G Arreda
Impianto: Selco Impianti
Fotografia: Luca Casonato

Sun68 Flag Store Jesolo Lido

Al piano terra di una palazzina degli anni ‘60 affacciata su via Bafile, l’arteria pedonale più commerciale della città balneare di Jesolo Lido, è stato realizzato il primo negozio per la giovane azienda di moda SUN68. La richiesta della committenza era di creare un ambiente “su misura” pur lasciando notevole autonomia all’elaborazione del progetto; un dialogo fra filosofia del prodotto e autonomia degli interni. Materiali impiegati, colori, accostamenti e finiture dovevano essere liberi di esprimere la loro essenza pur valorizzando il prodotto esposto.
Lo spazio rettangolare esistente, adibito precedentemente a rosticceria, è stato completamente svuotato e ripulito dalle precedenti installazioni tecniche e dai materiali di rivestimento.
Sono state aperte due nuove vetrine lungo l’accesso al mare, mentre verso il viale principale, dove è posto l’ingresso del negozio, è stata aggiunta una scatola di vetro che amplia temporaneamente lo spazio espositivo, così come previsto dal regolamento comunale. I nuovi impianti tecnici sono realizzati a soffitto a vista, il pavimento è in legno di rovere industriale grezzo, i serramenti verso via Bafile sono in acciaio, mentre le due vetrine laterali contengono due imbotti dimetallo verniciato bianco. All’interno sono stati “depositati” i nuovi oggetti: la parete laterale e i due banchi centrali costruiti con elementi prefabbricati di cemento, la scatola di specchio contenente i camerini appesa alla parete di fondo e il monolite bianco della cassa realizzato in metallo verniciato. Il nuovo contenitore in forma di grezzo ritrovato e i nuovi oggetti inseriti dialogano tra loro e divengono la vetrina del negozio: tutto ciò che succede all’interno è proiettato verso l’esterno.

Sun68 Flag Store Milano

Nella zona dei Navigli a Milano, al piano terra di una palazzina inizio secolo affacciata sulla Darsena, è stato realizzato il secondo negozio monomarca per l'azienda di moda SUN68. 
La richiesta della committenza era di creare un ambiente come “misura del luogo”, esito dell’incontro tra filosofia aziendale e caratteristiche degli spazi: la valorizzazione del prodotto avviene contestualmente alla scoperta degli interni dell’edificio, denudati da superfetazioni e finalmente liberi di mostrarsi nel loro carattere strutturale e materico originario. 
Lo spazio esistente è stato completamente svuotato e ripulito dalle precedenti installazioni tecniche e dai materiali di rivestimento, riportando alla luce le murature e gli archi sottostanti. I nuovi oggetti, destinati ad assolvere le funzioni del negozio, si accostano alla struttura rivelata senza occultarla: la parete laterale di prefabbricati di cemento, la scatola di specchio contenente i camerini, il mobile centrale in metallo cerato e il monolite laccato bianco della cassa.

Credits:

Credits:
Progettisti: C&P Architetti _ Luca Cuzzolin + Elena Pedrina
Collaboratori: Lorenzo Anese, Michele Callegher, Valentina Cendron, Alice Ferro
Fotografia: Luca Casonato, Alessandra Chemollo