Brian&Barry


Uno storico palazzo degli anni ’50, collocato all’incrocio tra via Durini e via Borgogna, vicino piazza San Babila, accoglie un concept store nuovo e contemporaneo, dove eccellenze in settori diversi coesistono, offrendo al visitatore l’opportunità di dimensioni esperienziali differenti (visive, estetiche, percettive,...).

Nel ridisegno degli spazi, la scelta delle finiture rispetta la volontà di dare evidenza alla dimensione materica dell’intervento: i pavimenti in pietra di grafite, i soffitti di lamiera piegata scura e in pvc retroilluminato, sono stati realizzati su misura per questo progetto. I mobili sono in legno di noce nazionale e in ferro naturale cerato. Il piano della gioielleria, in basalto, accoglie il counter centrale in marmo portoro, mentre i mobili sono laccati.

Lievi differenze cromatiche segnano l’alternarsi dei piani dedicati all’abbigliamento, si va dal ferro naturale, alle laccature grigio seta, al grigio piombo al bianco candido: ogni livello esprime il proprio carattere pur appartenendo ad un disegno comune capace di mantenere l’unità dell’insieme.

La scala, in carpenteria bianca, accompagnata dal gruppo di ascensori panoramici, diviene non solo collegamento tra i diversi piani, ma un oggetto scultoreo che prende vita e si sviluppa come un nastro continuo, all’interno dell’edificio, presenza trasparente e allo stesso tempo maestosa.