Il progetto prevede l’ampliamento e la ristrutturazione di una casa degli anni '70 in una lottizzazione residenziale dello stesso periodo. L’edificio esistente, di due piani con tetto a padiglione e profonde cornici di gronda, ospitava al piano terra i depositi e il garage, mentre al primo livello si distribuivano gli ambienti abitabili. Il progetto non nega la volumetria originaria, ma attraverso il nuovo ampliamento e il ridisegno delle facciate esistenti, ne modifica radicalmente funzionamento interno, estetica e rapporto con il giardino.

Al piano terra viene collocata tutta la zona giorno attraverso la demolizione di parte dei muri divisori esistenti e la realizzazione del nuovo ampliamento in cemento armato a vista, come prolungamento del soggiorno verso il giardino, in forma di divano-finestra e zona camino. Il piano primo viene destinato alla zona notte e all’area gioco per i bambini, da qui e dalla camera padronale si può accedere al piccolo terrazzo-giardino posto in copertura del nuovo ampliamento. Particolare attenzione è stata posta al ridisegno delle facciate per migliorare gli affacci verso il giardino e per favorire l'utilizzo della luce naturale.