Il progetto prevede la ristrutturazione di un deposito agricolo esistente e la conversione in sede amministrativa di una azienda di contract. Il rapporto con il paesaggio agricolo circostante e il mantenimento della struttura portante esistente sono i punti di partenza del progetto.

L’intervento prevede il ridisegno della facciata esterna attraverso la realizzazione di un rivestimento in tavole di legno destinato alla protezione solare delle nuove aperture previste e contemporaneamente mantiene il volume pulito e semplice.

Il materiale naturale delle facciate, la semplicità della forma che riprende quella esistente è sottolineato dall’ illuminazione posta all’interno del rivestimento in legno.

La sistemazione esterna si integra con il paesaggio agricolo circostante ma allo stesso tempo risolve le richieste del nuovo utilizzo, quali parcheggi, piazzali di lavoro e aree di ingresso. L’organizzazione interna e i materiali impiegati rimandano ad una estetica più industriale pur mantenendo in vista gli elementi costruttivi dell’involucro esistente.

La semplicità del volume, la trasparenza delle facciate e il paesaggio dialogano tra di loro nel tentativo di trovare una nuova relazione tra spazi del lavoro contemporaneo e il carattere del paesaggio agricolo del contesto.